Categorie

Sogni e stati alterati di coscienza ci fanno bene! Ecco perchè

Un presupposto della nostra società è che la coscienza di veglia quotidiana è l’espressione più vera di come stanno le cose in realtà “oggettiva”.
Partiamo dal presupposto che sia più valido di stati di sogno o di altre forme di stati alterati di coscienza (ASC), quali visioni, trance, ipnosi, stati meditativi o allucinazioni causate da sostanze come l’ayahuasca.
Ma cosa succede se questo presupposto è sbagliato? Che cosa succede se i regni che visitiamo in un ASC, come i sogni, sono in realtà altrettanto valide, reali e importanti (o forse più) che svegliarsi tutti i giorni coscientemente?
Come da evidenze scientifiche e della percezione così come nella fisica quantistica, questo potrebbe essere vero.
Inoltre, dando uno sguardo più in profondità il fenomeno ASC ci rivela che può essere più importante di quanto molti di noi immaginano oggi, con conseguenze drammatiche per l’umanità a livello individuale e collettivo.

LA SCIENZA DIETRO NOSTRA ESPERIENZA

Il cervello fa un sacco di lavoro dietro le quinte per creare un’esperienza coerente, stabile e prevedibile. Di seguito sono riportati due esempi di percezione che dimostrano questo: visione dei colori e la prova punto cieco.
IL COLORE E’ CREATO DAL CERVELLO
Come disse Isaac Newton: ” I raggi non sono colorati,in loro non c’è niente altro che un certo potere e la disposizione a suscitare una sensazione di questo o quel colore “.
La percezione dei colori avviene attraverso una reazione tra luce di diverse lunghezze d’onda che entrano nell’occhio e nei fotorecettori nell’occhio, conosciuti come coni.
Le informazioni sulla lunghezza d’onda della luce vengono poi inviate attraverso un segnale elettrico al cervello, che viene percepito come colore. Questo processo rivela un fatto notevole sulla nostra percezione della realtà: non c’è nulla di intrinsecamente “rosso” su una mela, le mele appaiono di colore rosso a noi per la natura del nostro sistema visivo. Un altro sistema visivo potrebbe benissimo dirci cose diverse sul mondo oggettivo che ci circonda. Infatti, lo spettro visivo della luce descrive solo la luce visibile per l’uomo, l’ape per esempio può percepire la luce ultravioletta.
UN RIEMPIMENTO CHE DOVREBBE ESSERE LI’


Un altro mito sulla percezione è che le informazioni là fuori entrano e vengono interpretate in modo imparziale e pulito. Ci sono molti esempi di come questo  non è  vero, ma l’esperimento del punto cieco è un modo rapido per accedere a come il cervello colma le lacune continuamente, senza nemmeno che lo sappiamo.

C’è un punto cieco nel mezzo dell’occhio, al centro del campo visivo. Questo perché vi è una totale mancanza di cellule fotorecettrici cui il nervo ottico si collega alla retina. Come abbiamo fatto a non notarlo? Provate la seguente dimostrazione:
Chiudere l’occhio sinistro e guardare il quadrato con il destro.
Avvicinatevi al vostro computer. Nel farlo ci dovrebbe essere un punto in cui il cerchio rosso scompare e viene sostituito da uno blu.   Continuare a guardare il quadrato rosso con l’occhio destro, se si guarda il quadrato blu, il cerchio rosso con ricompare.



Potete vedere qui che il vostro cervello spiega sapientemente il punto cieco non semplicemente estendendo le immediate vicinanze (cioè non si vede solo una macchia bianca, per esempio),  ma in realtà rappresenta la totalità dell’immagine e interpreta ciò che è più probabilmente la parte mancante. Questo è un esempio di ciò che è noto in psicologia come processo Top-Down.
Ciò che spero si evinca da questo esempio, è che il nostro presupposto di vedere chiaramente la realtà quando siamo vigili non esattamente preciso.
Ora date un’occhiata intorno a voi, la visione coerente e integrata senza soluzione di continuità prima di voi è in realtà un prodotto del cervello, che ha avuto uno schizzo di input sensoriali e costruito questa scena per voi.
Ciò solleva un dubbio, può essere che l’esperienza apparentemente stabile e prevedibile, di svegliarsi ogni giorno coscientemente, sia limitata a farci credere che questo sia come stanno le cose veramente?
LA NATURA DI SVEGLIARCI OGNI GIORNO COSCIENTEMENTE
I trucchi che il nostro cervello svolge durante lo stato di veglia cosciente ci portano a trarre conclusioni circa la natura della realtà che sono erronee, ad esempio come “solido” sia un oggetto solido. Ora sappiamo che tutto è composto da particelle vibranti, molto piccoli per lo spazio vuoto. Ma questo non è ciò che vediamo quando guardiamo oggetti solidi, perchè dovrebbe? Forse perché non è generalmente utile per scopi di sopravvivenza.

Svegliarci è utile per attraversare la strada, e andare in giro. Ci siamo evoluti proprio per questo.
Questo non implica di on riflettere su come stanno davvero le cose.

FISICA QUANTISTICA E IL FENOMENO ASC

C’è una grande somiglianza tra la natura della realtà a livello quantico e la realtà si incontrano in un ASC.
Per esempio, il mondo a livello quantistico è costituito da potenziale. Prendete il famoso esperimento della doppia fenditura:

Qui possiamo vedere ad un livello fondamentale, come si  comporta la materia in modo meno definito fino ad incontrare qualcosa che mira a definire, in questo caso l’apparecchio di misura.

Questo porta ad una delle implicazioni più difficili da afferrare sulla natura potenziale della realtà:  questo può essere più un mare di potenziale attesa di essere interpretato, una massa e struttura stabile e prevedibile.
È interessante notare che il fenomeno ASC presenta molte somiglianze ad un’interazione con un mare di potenziale. Considerate sogni:
Al fine di creare un sogno la mente compie un grande potere, esamina le esperienze passate di un individuo, incorpora esperienze possibili (paure o speranze) e integra quelle fantastiche o immaginarie (volare ad esempio). Questi elementi vengono legati da una narrazione nel sogno.

 

In un certo senso la mente utilizza potenziale per creare l’esperienza sogno, proprio come l’atto di percezione può interagire con il potenziale quantistico per creare l’esperienza della materia, come indicato nell’esperimento in cui “guardare” un elettrone si rivela guardare una particella.
Se, a un livello fondamentale la realtà è potenziale, l’idea che le ASC siano piu reali che svegliarsi ogni giorno può essere più vicina alla realtà. Infatti, forse le esperienze ASC ci permettono di percepire e integrare con questo potenziale piu di quanto non ci permette la coscienza.

 

L’IMPORTANZA DELL’ASC
La capacità di sperimentare un ASC è assolutamente universale per tutti, da quanto la nostra specie è apparsa su questo pianeta. Chi fosse interessato può approfondire leggendo “SUPERNATURAL” di Graham Hancock.
Molti tra quelli che cercano questo fenomeno scoprono che c’è un elemento innegabile di auto-riflessione con lo scopo di suscitare l’apprendimento, o la realizzazione di qualcosa, sia che si tratti sul sé, la società, lo scopo della vita, ecc…
Come ricercatore sui sogni, e sostenitore,Montague Ullman ha dichiarato:
“C’è no specchio magico, nel luogo in cui sogniamo.Si tratta di uno specchio capace di riflettere un’immagine profondamente onesta di ciò che siamo, piuttosto che chi ci piacerebbe essere, o chi vorremmo essere agli occhi degli altri…il riflesso… è una vista senza falsità. E ‘la verità, il più vicino possibile alla realtà soggettiva. In un certo senso si tratta di un ritratto privilegiato del valore intrinseco di un sognatore in cerca di un concetto di sé più onesto. ” – Montague Ullman (1993)

Forse c’è un aggiornamento opzionale alla nostra coscienza disponibile attraverso l’ASC. Anche se possiamo ottenere con il modello regolare (la nostra coscienza quotidiana), per quelli di noi che cercano qualcosa di più profondo, qualcosa di più ricco di vita, c’è l’ASC. Qui siamo in grado di accedere ad un livello superiore di consapevolezza.

 

IMPLICAZIONI DELLA ASC COLLETTIVA E INDIVIDUALE
La natura imprevedibile dell’esperienza ASC insieme alla nostra scarsa comprensione della sua funzione, ha portato alla sua svalutazione fondamentale nella nostra società. Questo è in contrasto in più culture cosiddette “primitive”, dove questi stati hanno spesso una grande importanza.

 

Potrebbe essere il momento di chiedere a noi stessi, abbiamo perso qualcosa di importante?
Forse l’ASC, tra cui i sogni, stati meditativi, ecc sono la lezione, l’aula per così dire, e la veglia realtà è l’esame.
Mancando il messaggio, e negando a noi stessi la possibilità di trovarlo, potremmo arrivare all’esame impreparati.

Link all’articolo: http://www.the-open-mind.com/why-dreams-altered-states-of-consciousness-are-good-for-us/

 

………………

Vuoi iniziare anche tu un percorso di cambiamento e di risveglio? Vuoi scoprire tutte le bugie ed illusioni che ti stanno nascondendo e non ti permettono ancora di vivere una vita sana e felice? Guarda il VIDEO LIBRO GRATUITO più scaricato del web

saltoquantico Daniele Penna

Finalmente il Primo Master completo di PNL gratuito online

<

Il video più visto su youtube per riaprire il tuo Terzo Occhio e sviluppare la tua intuizione

Daniele Penna rende pubblico il proprio Whats App per potergli porre le tue domande... Guarda il video

Vuoi comprendere come mai la tua vita non è come la desideri e perchè le cose ti vanno storte? Ecco uno dei video di Risveglio più importanti

In questa sezione riportiamo una serie di libri consigliati per la propria crescita personale. Cliccandoci potrai acquistarli direttamente ai prezzi migliori del web.

Risveglio, Fisica Quantistica, Legge d'Attrazione

 

PNL Programmazione Neuro Linguistica

 

Denaro e Mentalità Finanziaria

 

Salute e Guarigione