Categorie

Attenzione! Vietare la scuola ai bambini non vaccinati è anticostituzionale!

bambini-vaccini

 

Gli assessori alla Sanità delle Regioni italiane si sono riuniti a Roma e hanno deciso in accordo,  di inserire nel nuovo “Piano nazionale di prevenzione vaccinale“, che proprio in questi giorni si sta riscrivendo, anche la previsione di vietare la frequenza alla scuole ai bambini che non siano in regola con il libretto di vaccinazioni.

Ecco uno degli spauracchi che ancora oggi continua ad essere ingiustamente sbattuto in faccia.

Ormai sono passati decenni che la norma di regolamentazione alle comunità scolastiche è stata annullata in primo luogo da una dichiarazione [23 settembre 1998] del Ministro della Pubblica Istruzione e del Ministro della Sanità, nella quale:

“Si invitano i direttori didattici e i presidi ad ammettere alla frequenza gli alunni che rifiutino di esibire la certificazione relativa alle vaccinazioni obbligatorie, per consentire loro di adempiere all’obbligo scolastico, comunicando i relativi casi all’Unità Sanitaria Locale”

Con suddetta disposizione viene privilegiato il diritto allo studio nei confronti del diritto alla salute.

Oltretutto, questa disposizione è stata rafforzata dall’applicazione del DPR 355/1999 che ha consentito la frequenza scolastica ai bambini che di fatto non erano stati vaccinati. E’ possibile appellarsi a questa favorevole normativa in gran parte del territorio nazionale, e viene estesa anche al nido ed agli asili. Quindi non potrebbe essere altrimenti, visto che in caso contrario una norma dello Stato sarebbe evidentemente incostituzionale [artt. 3 e 32 della Costituzione], attuando discriminazioni sulla base dell’età e sul luogo scolastico pubblico o privato.

A quanto pare gli assessori, sulla spinta politica dell’industria farmaceutica, hanno deciso di prevaricare di testa propria gli artt. 3 e 32 della Costituzione che riportiamo qui di seguito:

Art 3 della Costituzione
Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale [cfr. XIV] e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso [cfr. artt. 29 c. 2, 37 c. 1, 48 c. 1, 51 c. 1], di razza, di lingua [cfr. art. 6], di religione [cfr. artt. 8, 19], di opinioni politiche [cfr. art. 22], di condizioni personali e sociali.

E` compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

Art 32 della Costituzione
La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti.

Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana.

Art 2 della Costituzione
La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo, sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.

Questo articolo, insieme all’art 32, rappresenta il cardine della Legge 25 febbraio 1992 n. 210 che stabilisce l’indennizzo a favore dei soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazioni di emoderivati.

E’ utile evidenziare che anche alcune sentenze della Suprema Corte hanno sollecitato il legislatore ad intervenire a favore dei cittadini. Infatti, queste sentenze affermano che l’art. 32 della Costituzione

“tutela la salute non solo come interesse della collettività, ma anche e soprattutto come diritto primario ed assoluto del singolo, e che siffatta tutela si realizza nella duplice direzione di apprestare misure di prevenzione e di assicurare cure gratuite agli indigenti, anche mediante intervento solidaristico. Laddove quindi manchino del tutto provvidenze del genere […..] la garanzia costituzionale di tutela dell’integrità fisica della persona risulta vanificata”

Prosegue la Suprema Corte,

“il rilievo costituzionale della salute esige che in nome di esso, e quindi della solidarietà verso gli altri, ciascuno possa essere obbligato, restando così legittimamente limitata la sua autodeterminazione, a un dato trattamento sanitario, anche se questo comporti un rischio specifico, ma non postula il sacrificio della salute di ciascuno di noi per la tutela della salute degli altri”.

Quello che in realtà i Sigg. assessori dimenticano è l’importante principio che viene affermato dalla Suprema Corte:

“Non è lecito richiedere al singolo di esporre a rischio la propria salute per un interesse collettivo, senza che la collettività stessa sia disposta a condividere il peso di eventuali conseguenze negative per il singolo.”

Per finire, la Suprema Corte ha stabilito molto chiaramente che al medico [in questo caso “vaccinatore”] non è possibile riconoscere un “diritto” generale a curare: immaginiamoci un “obbligo” imposto dall’alto. Semmai si può parlare di “potestà di curare“, nel senso che di norma il medico [vaccinatore] come qualsiasi altro esercente di una professione sanitaria è autorizzato a svolgere l’attività che gli compete, quando sia in possesso dei requisiti di legge [laurea, abilitazione, iscrizione al proprio Ordine].  Ma la facoltà di esercitare in concreto tale potestà, ovvero la facoltà di curare, è legittimata solo al verificarsi di queste condizioni:

Valido consenso dell’avente diritto
Rispetto dell’art. 5 del codice civile
Correttezza tecnica e deontologica della prestazione

Quindi vi invitiamo a diffidare degli incompetenti e dei disonesti indipendentemente da come si presentano;
non fatevi intimidire da nessuno, comprese le insegnanti dei vostri figli. […] fate sempre tutte le domande che vi vengono in mente;
richiedete di sottoscrivere una dichiarazione con cui chi vi prescrive e chi vi pratica la vaccinazione si assume tutte le responsabilità del caso [non può rifiutarsi];
chiedete sempre che il vostro diritto a firmare un consenso informato alla somministrazione del vaccino sia rispettato.[…] Come per qualsiasi altro medicinale, con i vaccini non si scherza anche se ci sono molti interessi in gioco. E se tutto questo venisse prevaricato, sarebbe l’ulteriore dimostrazione che siamo nelle mani di gente da cui ci si deve davvero preoccupare.

Fonte: http://autismovaccini.org/2015/10/15/vietare-la-scuola-ai-bimbi-non-vaccinati-e-anticostituzionale/

 

………………

Vuoi iniziare anche tu un percorso di cambiamento e di risveglio? Vuoi scoprire tutte le bugie ed illusioni che ti stanno nascondendo e non ti permettono ancora di vivere una vita sana e felice? Guarda il VIDEO LIBRO GRATUITO più scaricato del web

saltoquantico Daniele Penna

Finalmente il Primo Master completo di PNL gratuito online

<

Il video più visto su youtube per riaprire il tuo Terzo Occhio e sviluppare la tua intuizione

Daniele Penna rende pubblico il proprio Whats App per potergli porre le tue domande... Guarda il video

Vuoi comprendere come mai la tua vita non è come la desideri e perchè le cose ti vanno storte? Ecco uno dei video di Risveglio più importanti

In questa sezione riportiamo una serie di libri consigliati per la propria crescita personale. Cliccandoci potrai acquistarli direttamente ai prezzi migliori del web.

Risveglio, Fisica Quantistica, Legge d'Attrazione

 

PNL Programmazione Neuro Linguistica

 

Denaro e Mentalità Finanziaria

 

Salute e Guarigione



Comments ( 1 )

  • Da: vgp [mailto:vgp@mednat.org]
    Inviato: giovedì 15 ottobre 2015 18:02
    A: 'CRIMI_FILIPPO@CAMERA.IT'
    Oggetto: segnalazione e diffida al sig Crimi' Filippo

    Sig. Filippo Crimi’,
    Avendo letto la sua “proposta di legge sui vaccini”, ed avendo visto quale disinformazione lei sta portando in Parlamento con la sua proposta, le scrivo per segnalarle quanto segue:

    Questa e’ la mail che ho inviato ieri alla “ministra della salute”;
    ….le giro le stesse domande e le richiedo di fornirmi i documenti richiesti e la informo che trascorsi i 30 gg di legge,
    non ricevendo nulla in risposta a queste mie legittime richieste, sara’ mia premura presentare alla Procura della Repubblica un documento contro di lei, Disinformazione attuata in Parlamento sui vaccini.
    Uomo avvisato e’ mezzo salvato.
    CMQ attendo entro 30gg sue nuove circostanziate sul tema di questa mail (domande e richiesta di documenti)
    Jean Paul Vanoli

    Da: vgp [mailto:vgp@mednat.org]
    Inviato: mercoledì 14 ottobre 2015 18,28
    A: LORENZIN_B@CAMERA.IT
    Oggetto: Domande e richiesta di documenti IMPORTANTI sui Vaccini

    Egregia Ministra B. Lorenzin,
    Le ho gia' scritto due mail una a dic 2013 e l'altra nel marzo 2013….
    alle quali non ho ricevuto nessuna risposta !

    visto che segue, quale ministro della "salute" anche il tema vaccini,
    Gradirei avere risposta a queste semplici domande con relativi documenti che le richiedo.
    Precisazione: si ricordi che per Legge lei e' obbligata a rispondere alle richieste di informazioni sui farmaci..!
    se non lo fa e' passibile di denuncia per omissioni in atti di ufficio ed altro…
    quindi rimango in attesa di risposta esaustiva e documentale.

    Domande e richieste di documentazione:

    Viste le recenti vicissitudini in Italia ed all'estero sui Vaccini ormai ben note…
    – Visto che i vaccini contengono sostanze tossico-nocive, come la formaldeide, metalli, nanoparticelle, (ormai documentate da analisi con spettrofotometro e microscopi elettronici) ecc. ed e' Vs DOVERE informare la popolazione ed i tecnici sanitari su queste tossine inoculate per Legge…
    – Visto che e' DIRITTO dei cittadini (ed operatori sanitari), essere informati per Legge, dagli enti istituiti, che dovrebbero essere a "tutela" della nostra salute…

    Attendo quindi le vs risposte URGENTI ed ESAUSTIVE, in merito tutti questi quesiti:

    a – Potreste fornirmi tutta la documentazione -bibliografia esistente ed inerente gli studi comparati fra popolazione vaccinata con analisi degli anticorpi presenti nei vari soggetti del gruppo) e popolazione NON vaccinata di NESSUN vaccino (con analisi degli anticorpi presenti nei soggetti del gruppo) ?
    NON mi servono bibliografie basate sulle statistiche, che sono evidentemente falsificabili e quindi non veritiere.
    b – Chiedo solo studi clinici e di laboratorio di verifica (punti a,b), ma anche quelli sulla Herd Immunity – Immunita' di Gregge.
    c – Quali e dove sono reperibili le statistiche ufficiali europee ed Italiane, riguardanti le malattie:
    distrofia, sclerosi (tutti i tipi), polio, autismo, leucemia, cancro, epilessia, ecc. ?

    INOLTRE:
    1 – Quale e' l'organismo Italiano ed Europeo che effettua i controlli sulla tossicita' o meno di TUTTE le sostanze vaccinali presenti in TUTTI i Vaccini in commercio, anche quelli dei possibili "contaminanti" ? …in particolare per Italia, Francia, Belgio, Grecia, e/o altre nazioni UE, per i vaccini "obbligatori" e facoltativi !
    2 – Quali esami di laboratorio si effettuano per fare quei controlli e con quali apparecchiature (descrizione del meccanismo di controllo) ?
    3 – Quali test in doppio cieco (MAI vaccinati, e Vaccinati) vengono effettuati per i vari vaccini in commercio, in Europa e specificatamente in Italia ?
    4 – Quali controlli-esami clinici vengono effettuati su soggetti, prima della vaccinazione, per controllare lo stato di salute dei soggetti da vaccinare (sistema immunitario, HLA, ecc.) e sugli stessi, successivamente alla vaccinazione, dopo:
    1 mese – 1 anno – 2 anni – 3 anni – 5 – anni – 10 anni ?

    Attendo sue nuove al piu' presto

    Le Ricordo che essendo un giornalista investigativo, pubblichero' la mia richiesta e le sue risposte (o meno) nel web, per cui sia precisa e circostanziata, oltre che sollecita nel rispondere.
    Saluti
    dr. Jean Paul Vanoli – Giornalista Investigativo, specializzato in Sanita' da 40 anni.